J.C. Reed

J.C. Reed
Prigioniera del tuo amore

Ero seduta al bancone, e stavo bevendo il mio secondo Margarita. La mia gonna al ginocchio sfiorava lo sgabello vuoto accanto, mentre tamburellavo con le dita su una coscia, al ritmo della musica proveniente dall’invisibile impianto di...