Dalai editore

Luciano Marrocu
Affari riservati

Ero stato io a reclutare Clelia Varni, l’avevo adocchiata in una di quelle cene da Pupetta dove l’amica del capo faceva in modo di convogliare potenziali nuove reclute. Tutti in ufficio sapevamo dell’incarico datole da Bocchini di...

Amabile Giusti
Odyssea. Oltre il varco incantato

Odyssea si svegliò di soprassalto, spalancando gli occhi.
La prima cosa che vide furono le macchie di umidità sul soffitto.
La seconda, la lampadina storta che pendeva come una coda.
La terza, il ragno che le...

Katherine Pancol
Lentamente fra le tue braccia

La donna, gigantesca, vestita con un ampio abito grigio, ha un occhio solo, torbido e lattiginoso come un’ostrica, pieno di lacrime e di rimproveri; il corpo, sempre più gonfio, vacilla, poi si dirige verso il letto in cui la bambina ha...

Richard Paul Evans
Michael Vey. Il prigioniero della cella 25

«Hai trovato gli ultimi due?» La voce al telefono era secca, come il rumore di pneumatici sul vetro rotto.
«Non ancora», rispose l’uomo elegante all’altro capo del telefono. «Non ancora. Ma credo di...

Lisa Corva
Ultimamente mi sveglio felice

Il nome non importa. Il nome è un nome come tanti, che ti si appiccica addosso ma non è poi davvero tuo; un nome che vorresti cambiare perché sa di stanchezza e di strade polverose e di fango, un nome macchiato, un nome che non...

Bianca Garavelli
Le terzine perdute di Dante

Il ponte, senza una via di fuga dal gelo della notte, sembrava troppo lungo da attraversare. Ma doveva farsi forza. Ancora uno sforzo, ancora pochi passi nella fredda città, e il suo misero alloggio lo avrebbe accolto. Non poteva certo...

Paige Toon
L’amore bussa sempre due volte

«Ok, basta così! Ne ho abbastanza delle tue lagne! Adesso siamo qui e qui resteremo, perciò, Lily, vedi di abituarti!»
Alla fine mia madre ha perso la pazienza. Non posso biasimarla. Da quando ha conosciuto Michael su...

Raul Montanari
Il tempo dell’innocenza

PROLOGO
La notte del 9 maggio 2011.
Il vino rovesciato. Qualcuno in casa. La pistola sul tavolo. Involtini. Non vengo a portare buone notizie. Un gesto semplice.

Apro gli occhi nell’aria nera e all...