Marsilio Editori

Gaja Cenciarelli
La nuda verità

Perché sono qui? È la seconda volta nell’arco di pochi giorni che Donatella Mugghiani se lo domanda, perciò ora, oltre a sentirsi smarrita, è anche infuriata con se stessa. Perché sono qui?, si chiede, fissando...

Elizabeth McKenzie
L'amore al tempo degli scoiattoli

Quasi abbracciati nell’ultimo isolato di Tasso Street, in una cittadina della California conosciuta come Palo Alto, c’erano due umili bungalow, entrambi immersi nei gigli. E in uno di essi viveva una donna nella verde primavera della sua...

Michela Murgia
L'inferno è una buona memoria

C’era una volta un re, anzi no, c’era una volta una sacerdotessa sorella di un re. Il re divenne re tirando fuori una spada magica dalla roccia? Forse. Ma magari la spada gliela diede una sacerdotessa, facendogli promettere qualcosa che...

Maja Lunde
La storia dell’acqua

Signe
Ringfjorden, Sogn og Fjordane, Norvegia, 2017

Niente fermava l’acqua, la potevi seguire dal monte al fiordo, dalla neve che scendeva dal cielo e si adagiava sulle cime, al vapore che si alzava dal mare e tornava nuvola in...

Britta Röstlund
Aspettando Monsieur Bellivier

Al 73 di Boulevard des Batignolles, a Parigi, c’è una piccola drogheria. I turisti anglofoni chiamano quel genere di negozi «Arabic shops». Il droghiere di Boulevard des Batignolles non apprezza la cosa, ma di solito non dice...

Ragnar Jónasson
I giorni del vulcano

Ecco, di sicuro non era ve nuto in Islanda per quel tipo di esperienza.Era una bella mattina di gi ugno e la giornata era iniziata nel migliore dei modi. A dire il vero, in quel periodo dell’anno non c’era una gran differenza tra mattina e...

Claudia Grendene
Eravamo tutti vivi

La morte cambia le cose dei vivi. Il giorno dopo aver visto Agnese, Chiara tornò al Liviano, dopo quasi vent’anni. Pomeriggio di nuvole e vento, la bicicletta bianca non ne voleva sapere di scorrere lungo la ciclabile. Chiara spingeva di...

Pietro Spirito
Il suo nome quel giorno

Gennaio 1961
La neve è un telo bianco nella notte, copre i suoi passi, e li rischiara, confonde i contorni del campo. Nel buio macchiato dai fiocchi ghiacciati potrebbe sbagliare baracca. Cammina avvolta stretta nella coperta, la nausea...