101 misteri della Sardegna che non saranno mai risolti

101 misteri della Sardegna che non saranno mai risolti
101 misteri della Sardegna che non saranno mai risolti
2011

Incipit

L’isola dei mammut
Nella seconda metà degli anni Novanta, presso la grotta di Nurighe, nel territorio di Cheremule, in provincia di Sassari, è stato trovato un reperto osseo che ha rivoluzionato la storia della Sardegna. Si tratta del fossile di una falange umana risalante a circa 250.000 anni fa. Prima di questa sensazionale scoperta le più antiche tracce di ominidi presenti sull’isola rimandavano al Paleolitico superiore, ovvero a un periodo compreso tra i 36.000 e i 10.000 anni fa. Un bel salto temporale.
Determinare con certezza a quale specie appartenesse Nur – così è stato battezzato l’antichissimo antenato sardo – data
l’esiguità del reperto analizzato non è possibile. Tuttavia lo si può collocare, nella scala evolutiva, tra l’Homo erectus e l’uomo di Neanderthal. Impossibile stabilire anche come abbia fatto Nur a raggiungere l’isola. Certamente la Sardegna, all’epoca, formava un unico blocco con la Corsica. Molto probabilmente tale blocco era così vicino all’attuale toscana da consentire il passaggio di genti in arrivo dai territori dell’odierna Italia. Tuttavia non è escluso che Nur sia nato proprio in Sardegna, discendendo da antenati giunti qui prima di lui, magari durante il grande esodo dei progenitori della razza umana che più di un milione di anni fa si spostarono dall’Africa. [...] prime 35 pagine del libro

ISBN 978-88-541-2997-9

Illustrazioni di Fabio Piacentini

Primi capitoli del libro di

Gianmichele Lisai, 101 misteri della Sardegna che non saranno mai risolti, Newton Compton, 7 luglio 2011

dal 05/07/2011