Alla deriva

Alla deriva
Alla deriva
2017

Incipit

È notte fonda. La nebbia è fi tta da giorni. La Napoleon Solo continua a scivolare, tenace, verso la costa inglese. Ormai dovremmo essere vicini alle isole Scilly. Dobbiamo stare molto attenti: le maree qui sono enormi, le correnti fortissime, e queste rotte molto traffi cate. Sia Chris che io stiamo all’erta. Improvvisamente tra le isole intravediamo il faro, il suo raggio alto sul mare. Notiamo subito i frangenti. Siamo troppo vicini. Chris manovra la barra, io oriento le vele in modo che la Solo si metta parallela agli scogli che riuscivamo a vedere. Cronometriamo il passaggio del raggio per calcolare la nostra distanza: meno di un miglio. La carta prevede che la luce abbia un raggio di 30 miglia. Siamo fortunati perché la nebbia non è così fi tta come spesso accade nelle nostre acque, nel Maine. Non c’è da stupirsi se nel solo mese di novembre del 1893 si sfracellarono su questi scogli 298 navi.
Il mattino dopo la Solo emerge dolcemente dalla bianca nebbia sulle onde in una leggera brezza. Scivola lentamente nella baia dove sorge Penzance. Leggi le prime 17 pagine pdf del libro

Primi capitoli del libro di

Steven Callahan, Alla deriva, Baldini & Castoldi, febbraio 2017

dal 25/02/2017