Amici

Amici
Amici
2014

Incipit

Da quando è cominciato giugno non fa che piovere. Ancheoggi piove incessantemente e l’apertura della piscina è stata rimandata a domani. Stavo guardando distrattamente fuori dalla finestra le “piante fantasma”. Le foglie delle piante fantasma, grandi più o meno come una zucca e con la forma del palmo di una mano, sono arrivate a sbirciare fin dentro l’aula del primo
piano. Ogni volta che piove queste qua si allungano a dismisura. E pensare che durante l’inverno seccano e scompaiono del tutto. Ma poi puntualmente, all’arrivo della primavera, resuscitano e, dopo un po’, quando si avvicina l’estate, cominciano a spuntare qua e là come funghi, proprio come fossero dei fantasmi. Io di nascosto gli ho messo il nome di “piante fantasma” quando ero in seconda elementare. All’epoca non ero molto alto, anzi piuttosto basso direi, e nessuno mi prendeva ancora in giro chiamandomi “cetriolo”. E anche i miei incisivi non erano questi giganteschi dentoni da adulto che mi ritrovo adesso. In altre parole ero ancora soltanto un “bel bambino”, seriamente preoccupato perché il cibo della mensa faceva schifo e non riuscivo a mandarlo giù. E quelli di sesta, che giocavano a baseball, mi sembravano straordinariamente forti e grossi, e mi facevano persino un po’ paura...leggi le prime 32 pagine del libro pdf

iSBn 978-88-6564-074-6

titolo dell’opera originale: 夏の庭 Natsu No Niwa

Primi capitoli del libro di

Yumoto Kazumi, Amici, Atmosphere libri, traduzione dal giapponese di Daniela Guarino, 15 ottobre 2014.

dal 05/10/2014