Building university. In una società aperta e competitiva

Building university. In una società aperta e competitiva
Building university. In una società aperta e competitiva
2014

Incipit

Tra merito e responsabilità: per una cultura della valutazione «Alla manutenzione l’Italia preferisce l’inaugurazione». Valido un po’ per tutte le stagioni e per ogni tipo di situazione, il noto aforisma di Leo Longanesi sintetizza, come meglio non si potrebbe, la lunga stagione riformistica che l’Università italiana vive ormai da un quindicennio: da quando, con l’introduzione del DM. 509/99, si è dato avvio al lungo e faticoso processo di armonizzazione del nostro sistema universitario, secondo i parametri condivisi dalle migliori realtà europee. Un cammino rivelatosi ben presto irto didifficoltà, e non solo per l’introduzione dei crediti formativi e del doppio livello, due innovazioni che l’accademia ha dovuto assorbire e attuare nel tempo, non senza talune criticità: la proliferazione delle sedi decentrate e dei corsi di studio, l’allungamento dei tempi necessari per il conseguimento del titolo di studio, la frammentazione degli insegnamenti e dei curricula. Leggi le prime 36 pagine del libro pdf

Primi capitoli del libro di

Andrea Lombardinilo, Building university. In una società aperta e competitiva, Armando editore, novembre 2014

dal 04/01/2015