La crisi della città. L’eroe e la genealogia di un affratellamento

La crisi della città. L’eroe e la genealogia di un affratellamento
La crisi della città. L’eroe e la genealogia di un affratellamento
2017

Incipit

1. La crisi della città
Oggi si parla della ‘crisi’ che attraversa la città occidentale; ‘crisi’ della città in generale dal momento che attraverso il Web tutti i luoghi del mondo si trasformano in un solo luogo, tutta la terra si tramuta, per dirla con McLuhan, in un unico «villaggio globale» e la città occidentale diviene perciò una «città planetaria»; città, che come nel passato, si organizza intorno al suo centro, l’agorà, e trova una nuova identità e un’inedita forma di aggregazione in un «mercato globale» il quale si delinea per non essere altro che il delirare dell’antica agorà in un forum universale, espressione di una nuova sovranità che de-cide ciò che è buono e ciò che è cattivo, ciò che è bene e ciò che è male, all’infuori del fatto se tutto questo coincida o meno con quello che stabiliscono le leggi; anzi, in questo caso, la ‘legge’ si uniforma a questo forum e diventa solidale con l’architettura concettuale di questo tribunale davanti al quale tutte le singole sovranità – nonché le singole pratiche di sapere – sono chiamate a comparire. Leggi le prime 43 pagine  pdf del libro

Primi capitoli del libro di

Sandro Pusceddu, La crisi della città. L’eroe e la genealogia di un affratellamento, Cuec editrice, gennaio 2017

dal 23/02/2017