La cugina di Londra

La cugina di Londra
La cugina di Londra

Incipit

Nora e Nino fecero amicizia quando i nonni materni, assenti a lungo dalla Versilia, decisero di tornare per un’estate.
Benché cugini primi, figli di sorelle, abitanti nella stessa città, finora s’erano visti di rado. Nora aveva undici anni, Nino sette.
Il nonno, dopo la tragica morte del figlio, lo zio Silvio, non aveva più voluto saperne del paese d’origine. Troppi ricordi dolorosi. Così, finita la guerra, prese l’abitudine di non allontanarsi molto da Roma e solo per l’agosto.
Negli ultimi anni, sposatasi anche la seconda figlia (Rita, la mamma di Nino), s’era innamorato a prima vista dell’Argentario, ed era su quel promontorio, ancora abbastanza selvaggio, che trascorreva una parte di luglio e tutto agosto.
Qualcosa doveva essere mutato nel suo animo se, dopo tanti anni, non temeva più d’incontrare gli assassini del figlio. Non che avesse loro perdonato; non accettava però – diceva – ch’essi gli impedissero, per il solo fatto di esistere e di andare a piede libero, di rivedere i luoghi che gli erano cari; e che erano stati cari a Silvio.
La casa fu trovata alle spalle della Versiliana, la famosa villa un tempo proprietà dei marchesi Nuti-Digerini. [...] primi 5 capitoli del libro

ISBN: 978-88-6192-248-8

Primi capitoli del libro di

Manlio Cancogni, La cugina di Londra, Elliot Edizioni, 29 novembre 2011

dal 18/12/2011