Eravamo bambini - Fuori dal Ghetto verso la libertà

Eravamo bambini - Fuori dal Ghetto verso la libertà
Eravamo bambini - Fuori dal Ghetto verso la libertà
2011

Incipit

FIGLIA DEL GHETTO
La storia di Sally Wassermann - Ghetto di Dabrowa, 1942-1943
Mia madre si chiamava Toby Goldblum, mio fratello minore Vovek. Il mio nome ebraico è Sheindale e quello polacco Salusia, ma potete chiamarmi Sally.
Quando i nazisti invasero il nostro paese, vivevamo in una grossa città di nome Katowice. I tedeschi ci costrinsero ad abbandonarla e a trasferirci nella più piccola Dabrowa. Poi, un giorno, portarono via mio padre.
Nel 1942 mia madre, mio fratello e io fummo rinchiusi nel ghetto di Dabrowa. Avevo sette anni. C’erano centinaia di bambini nel ghetto.
L’arrivo è piuttosto confuso, però ricordo che c’era un mucchio di gente, e mi tenevo aggrappata a mia madre. Il ghetto era piccolo e delimitato da un recinto di legno e filo spinato. Il palazzo in cui abitavamo era proprio a ridosso della recinzione. Ci avevano assegnato un angolo di uno stanzone, con una finestrella dalla quale, se ci schiacciavo la faccia contro, vedevo la garitta delle guardie e qualche brandello di mondo esterno. Lo stanzone era sovraffollato, c’erano persone ovunque. Una tenda ci divideva dai vicini. Avevamo una branda su cui dormivamo, mangiavamo, ci lavavamo, e io e Vovek giocavamo pure.
Avevamo sempre fame. E freddo. [...] prime 28 pagine del libro

ISBN 978-88-6192-205-1

Titolo originale: Whispers From The Ghettos

recensione (Giulia Mozzato - Wuz.it) - trama libro (Cristina Fanni - Blog libri D.M.)

Primi capitoli del libro di

Kathy Kacer e Sharon McKay, Eravamo bambini - Fuori dal Ghetto verso la libertà, traduzione dall’inglese di Simona Maria Adami, Elliot Edizioni, 29 gennaio 2011

dal 27/01/2011