La fioraia del Giambellino

La fioraia del Giambellino
La fioraia del Giambellino
2017

Incipit

L’Accalappiacani
Giugno 1975
«Facciamo un patto» dice la ragazza.
È in piedi, i capelli castani raccolti in una coda ordinata. Porta in spalla un borsone da viaggio e la sua scarpa destra batte ritmicamente sul tappeto persiano davanti alla scrivania a cui sta seduto l’uomo, barricato nello studio, con la finestra chiusa e le tapparelle abbassate.
Lui accantona i fogli che stava sottolineando con una matita rossa e blu prima che lei entrasse. Toglie gli occhiali da miope e la fissa, con quel suo sguardo mite, dal basso verso l’alto. Eppure riesce, ancora una volta, a farla sentire sotto esame.
«Che c’è?»
«Ti offro un’ultima possibilità.»
Le parole le si spezzano in gola. Prova a dissimulare il sentimento di terrore che solo quell’uomo è in grado di suscitare dentro di lei. Ma le dita che continuano a tormentare i manici della borsa tradiscono il suo nervosismo. Leggi le prime 18 pagine pdf del libro

Primi capitoli del libro di

Rosa Teruzzi, La fioraia del Giambellino, Sonzogno, maggio 2017
 

dal 05/06/2017