Gandhi. Il risveglio degli umiliati

Gandhi. Il risveglio degli umiliati
Gandhi. Il risveglio degli umiliati
2011

Incipit

Mai la violenza è stata più minacciosa e multiforme di oggi.
Mai l’azione e le idee di Mohandas Gandhi (MohandAs Karamcand GAndhH), che l’ha combattuta col sorriso sulle labbra, fino a morirne, sono state più attuali.
Ben pochi hanno lasciato una traccia tanto forte nella storia umana, attraversando con dolcezza un secolo di barbarie, tentando di far ragionare i mostri peggiori, facendo del proprio sacrificio un mezzo per condurre gli altri all’introspezione, rivelando che l’umiliazione è il vero motore della Storia, praticando la sola utopia che permette di sperare nella sopravvivenza della specie umana: quella della tolleranza e della nonviolenza.
La sua lezione ha cambiato il XX secolo e l’India. Bisognerà recepirla, se vogliamo che l’umanità sopravviva al XXI. Il suo messaggio, amava dire, era la sua vita, apparentemente trasparente. La sua passione per la verità lo spingeva a diffondere, scrivendo praticamente tutti i giorni, l’evoluzione del suo carattere, dei suoi sentimenti, dei suoi problemi, della sua dottrina, della sua etica, della sua pratica, della sua strategia, delle sue direttive.
Eppure, Gandhi resta un appassionante enigma. [...] prime 17 pagine del libro

ISBN: 978-88-6411-153-7

Primi capitoli del libro di

Jacques Attali, Gandhi. Il risveglio degli umiliati, traduzione di Francesca Minutiello, Fazi Editore, ottobre 2011

dal 02/11/2011