I genietti della domenica

I genietti della domenica
I genietti della domenica
2011

Incipit

Perché fa caldo, perché le macchine dell’ufficio scrivono, sommano, sottraggono e moltiplicano senza sosta, perché è passato in autobus per tre anni di seguito davanti a quella orribile casa di Avenida Arequipa, per tre anni quattro volte al giorno, il che, senza contare i giorni festivi e le vacanze, fa tremila e seicento volte, perché ha visto per la strada quel vecchio con il naso tumefatto come una melanzana viola e poi quel tizio che in un angolo gli ha puntato il moncherino sulla faccia e gli ha chiesto un sol per comprare qualcosa da mangiare, perché in fin dei conti è il 31 dicembre, e si annoia e ha sete, un po’ per tutte queste cose insieme Ludo lascia perdere l’istanza di pignoramento che sta scrivendo e lancia un sonoro gemito, che deve avere qualcosa di simile a quello che emettono gli impiccati, gli squartati. [...] prime 25 pagine del libro

Isbn 978-88-8373-156-3

Titolo originale: Los geniecillos dominicales

Primi capitoli del libro di

Julio Ramón Ribeyro, I genietti della domenica, traduzione dallo spagnolo (Perù) Nicoletta Santoni, La Nuova Frontiera, 16 marzo 2011

dal 18/03/2011