Gheddaffi. Storia di una dittatura rivoluzionaria

Gheddaffi. Storia di una dittatura rivoluzionaria
Gheddaffi. Storia di una dittatura rivoluzionaria
2011

Incipit

La guerra in corso in Libia solleva tutta una serie di incognite sul futuro del Paese, non legate esclusivamente al destino del regime, né a quello di Gheddafi politico. Essa non può essere semplicisticamente liquidata come «guerra civile ». È semmai un groviglio di conflitti. Accanto ad aspetti da guerra civile, l’insurrezione cirenaica presenta altri tratti caratteristici. È finalizzata, infatti, all’instaurazione di nuovi equilibri fra clan e tribù e presenta aspetti di rivolta sociale combinati con la sollevazione militare. Certamente non è assimilabile alle lotte, più o meno spontanee, esplose nel Nord Africa negli anni Ottanta e catalogate come «rivolte della semola» o dei «poveri». E va distinta anche dalle recenti sommosse nella sponda sud del Mediterraneo. L’insurrezione libica è stata programmata e annunciata da una serie di segnali premonitori, che affondano negli anni Novanta. La guerra in corso chiama in causa la geografia economica e politico-tribale che si riversa su una popolazione storicamente sottoposta a spinte centrifughe e centripete. Sintomo della persistente dicotomia fra Stato territoriale e comunitarismo tribale. Una dicotomia alimentata dalla degenerazione istituzionale di una rivoluzione a un tempo antifeudale e a suo modo decolonizzatrice. Il gheddafismo, infatti, in quanto sistema di potere, si è rivelato insieme causa ed effetto dello scollamento fra Stato, «nazione» e Islam.  [...] prime 22 pagine del libro

ISBN: 978-88-7615-589-5

Primi capitoli del libro di

Alessandro AruffoGheddaffi. Storia di una dittatura rivoluzionaria, Castelvecchi Rx, maggio 2011

dal 30/07/2011