Il giardino del drago purpureo

Il giardino del drago purpureo
Il giardino del drago purpureo
2011

Incipit

II gorgoglio della cascata era l’unico rumore che rompeva la quiete del luogo. L’acqua cadeva da uno strapiombo e si raccoglieva in un ampio stagno scuro. Sotto la superficie, ombre più scure nuotavano in tondo – pesciolini guizzanti e forme ovali più grandi. Alcune canne crescevano tra le rocce nere nelle secche. Più avanti, lungo le sponde, felci delicate spuntavano tra i ciottoli neri levigati. Una delle scure forme ovali salì lentamente in superficie. Era una tartaruga. Un vortice di corrente la spinse verso il bordo dello stagno. La tartaruga batté le zampe palmate per allontanarsi dalla sponda, dove l’acqua, fuoriuscendo dallo stagno, proseguiva il suo viaggio lungo il pendio della montagna. Una libellula stava in equilibrio sulla superficie dello stagno. Le zampe esili erano rosso sangue, il corpo sottile era di un blu sorprendente, come un frammento di cielo limpido finito sulla terra. L’insetto aveva due paia di ali delicate con venature nere. Ogni ala aveva una macchia a forma di occhio. Sembrava un gioiello prezioso perso da una principessa sbadata. La libellula fece frullare le ali e volò via. Ronzò fino a una canna, poi dalla canna si posò su una roccia. Un’ombra cadde sull’insetto. Un fascio di canne frustò l’aria e si abbatté su di lei, schiacciandola. Ping raccolse la libellula morta e la mise nella borsa di pelle che teneva legata in vita, aggiungendola alla sua raccolta di bruchi schiacciati e tarme appiattite. Una brezza scosse il canneto. Il freddo pungente indicava che l’inverno era ormai prossimo. Ping si guardò intorno. Da sei mesi vedeva lo stesso panorama, ma non ne era ancora stanca. Era un giorno limpido e le cime delle montagne si stagliavano davanti a lei come un esercito di giganti.[...] prime 20 pagine del libro

ISBN 978-88-6620-107-6

Primi capitoli del libro di

Carole Wilkinson, Il giardino del Drago Purpureo, traduzione dall'inglese di Eleonora Aspesi, Baldini Castoldi Dalai Editore, 12 luglio 2011

dal 02/10/2011