Grazie al cielo

Grazie al cielo
Grazie al cielo
2018

Incipit

Il mio aereo ha un’ancora. Un’ancora pesante che lo tiene giù, non lo fa decollare. I motori si accendono, rullano sulla pista, ma quella catena è fitta d’ansia, non gli permette di volare. E io me ne resto giù, con la paura che mi atterra, a guardare il cielo con tutti quegli aerei che lo attraversano leggeri. Che spuntano da un lato e piano piano si allontanano, diventano un puntino, poi una scia, poi più nulla. E dopo un po’ ne appare un altro: quindicimila aerei di linea al giorno nel mondo, con un aeroplano che decolla ogni due secondi. Tutte quelle cifre, però, non mi danno conforto, non alleviano la mia paura che ha un nome preciso: aviofobia. Secondo la voce del dizionario italiano, la paura di volare. Secondo la mia, di voce, che urla dal cuore – anzi, che sembra proprio strapparmelo, il cuore –, una paura matta di ritrovarmi sospesa tra le nuvole e poi all’improvviso di precipitare, di finire come nella filastrocca: tutti giù per terra. Leggi le prime 20 pagine pdf del libro

Primi capitoli del libro di

Vania Colasanti - Rosario Sorrentino, Grazie al cielo. Vincere la paura di volare (e non solo),  Sonzogno, febbraio 2018.

dal 08/03/2018