Il guardiano dei morti

Il guardiano dei morti
Il guardiano dei morti
2012

Incipit

Luce. La scritta si legge, Hodie mihi cras tibi, gli uomini di poca fede che la capiscono si tastano sotto, i credenti reclinano il capo dicendosi: «È così o è così che dev’essere». Io, la scritta sopra il cancello la guardo tutte le mattine, pedalo e la guardo avvicinarsi. Di rame, verderame, barocca, immobile e impassibile. Vorrebbe spaventarmi, vorrebbe farmi stringere il manubrio della bicicletta o farmi stringere forte le chiappe, non ci riesce, non è cosa per lei, non adesso. Non dopo che è morto papà. Non dopo che ho contato i respiri, non dopo che non finivano mai, non dopo che la mamma mi ha guardato con quegli occhi, che io quegli occhi spero di non vederli mai più. [...] prime 37 pagine del libro

Primi capitoli del libro di

Giuseppe Merico, Il guardiano dei morti Perdisa Editore, ottobre 2012

dal 14/09/2012