Io sarò l'amore - Le nuove vie della clausura

Io sarò l'amore - Le nuove vie della clausura
Io sarò l'amore - Le nuove vie della clausura
2013

Incipit

La vita non aveva senso. L’uomo con cui volevo viverla se n’era andato. A causa sua ero nel buio. Parrasio: un pozzo, in cui avevo visto la luna. Le giornate trascorrevano al settimo piano del residence Nuova Italia. L’attico per me era un lusso, anche se costava come il primo piano. «Strano!», avevo pensato. La vista di tutto il quartiere, il mercato rionale, i giardini: non mancava nulla. Solo dopo mi accorsi che non c’era il condizionatore. Non avevo mai abitato al settimo piano, e mai era esistito un giugno torrido come quello del 2012. Fino ad allora mi ero potuta permettere solo un seminterrato: come i topi, ma al sicuro dalla distruzione atomica. Cominciava una nuova Era. Clausura ed Eremiti – i miei due libri – erano piaciuti, visto che ricevevo in continuazione lettere e messaggi su Facebook. Un operaio di Torino in cassa integrazione aveva lasciato l’Italia e realizzato il sogno di pescare salmoni tra i fiordi della Norvegia. prime 16 pagine del libro

Primi capitoli del libro di

Espedita Fisher, Io sarò l'amore - Le nuove vie della clausura, Castelvecchi editore, marzo 2013.

dal 20/03/2013