L’isola dei monaci senza nome

L’isola dei monaci senza nome
L’isola dei monaci senza nome
2013

Incipit

Anno del Signore 1534.
Una notte senza luna, sul mare di Toscana. Il monaco si chinò per raccogliere il pugnale scivolato sull’assito del ponte, poi si rialzò in fretta e corse barcollando verso poppa, per non restare coinvolto nello scontro che infuriava ai piedi dell’albero di maestra. I pirati turchi avevano approfittato dell’oscurità per arrembare la galea. Se voleva salvarsi doveva assolutamente calarsi in mare, ma prima di raggiungere la scialuppa si accorse di avere un uomo alle calcagna. Lo vide uscire dalle tenebre, indifferente al violento oscillare della nave, con una scimitarra in una mano e una lanterna nell’altra. Non gli parve di stazza troppo robusta, tuttavia qualcosa nel suo portamento lo indusse a indietreggiare. Non sono all’altezza, si disse, provando il bruciore della vergogna. Fino ad allora era sempre riuscito a evitare simili pericoli, benché fosse preparato all’eventualità, e come un lampo nella tempesta sentì i precetti del suo maestro attraversargli la mente. Mai esitare dinanzi al nemico. Il monaco annuì tra sé, valutando se uno sguardo deciso e una voce salda fossero sufficienti a piegare un animo feroce, ma temette che l’oscurità e il fragore della burrasca avrebbero vanificato l’uno e l’altra. prime 30 pagine del libro

ISBN 978-88-541-5340-0

Primi capitoli del libro di

Marcello Simoni, L’isola dei monaci senza nome, Newton Compton Editore, 11 luglio 2013.

dal 07/07/2013