L'angelo di neve

L'angelo di neve
L'angelo di neve
2017

Incipit

Prologo
Siglufjörður, mercoledì 14 gennaio 2009
La macchia rossa era come un grido nel silenzio.
Il terreno innevato era così bianco da avere quasi bandito l’oscurità della notte invernale, primordiale nella sua purezza. Nevicava da quella mattina, grossi fiocchi pesanti che cadevano a terra con grazia. La sera c’era stata una tregua e da allora di neve non ne era più scesa.
In giro c’era poca gente. Molti erano rimasti a casa, felici di godersi il maltempo da dietro le finestre. Era possibile che alcuni avessero deciso di non muoversi dopo il decesso alla filodrammatica. Le notizie viaggiavano veloci e l’atmosfera era carica di sospetti, nonostante l’apparente tranquillità. Un uccello in volo non avrebbe notato nulla di strano, né avrebbe avvertito la tensione nell’aria, l’incertezza e persino la paura, a meno che non fosse passato sopra il giardino sul retro della casa al centro della piccola città. Leggi le prime 30 pagine pdf del libro

 

Primi capitoli del libro di

Ragnar Jónasson, L'angelo di neve, Marsilio, gennaio 2017

dal 15/01/2017