Manhattan Transfer

Manhattan Transfer
Manhattan Transfer
2014

Incipit

Tre gabbiani svolazzano sopra casse rotte, bucce d’arancia, torsi di cavolo marciti che galleggiano tra le palizzate scheggiate; onde verdastre schiumano sotto la prua arrotondata del traghetto che, in balia della marea, rompe l’acqua e la inghiotte, scivola, e lento si accosta al molo. Argani a mano girano con stridore di catene. Saracinesche si alzano, piedi scavalcano il vuoto, uomini e donne si affollano lungo il tunnel di legno del pontile puzzolente di letame, urtandosi e spingendosi come
mele che rotolano in una pressa.

L’infermiera, tenendo la cesta a braccia tese come se fosse una padella per ammalati, aprì la porta di una grande stanza surriscaldata dalle pareti tinte di verde dove, nell’aria satura di alcol e iodoformio, da altre ceste che si agitavano lungo il muro salivano deboli vagiti acuti. Leggi le prime 17 pagine del libro pdf
 

Primi capitoli del libro di

John Dos Passos, Manhattan Transfer, Baldini & Castoldi, dicembre 2014

dal 09/12/2014