Mare nero

Mare nero
Mare nero
2016

Incipit

Lolita
Tutte le stazioni si assomigliano tra loro.
Almeno in Italia. Quando un paio di mesi fa, con le reni crepate dalle otto ore di viaggio, scesi dal Frecciargento delle 19.07 mi sembrò quasi di essere tornata a Bari e il cuore fece un balzo fino  alla gola. Invece niente, ero arrivata a Padova nella mia nuova sede. Padova sì, perché da qualche mese sono diventata questore.
Questore Lobosco Lolita, e chi lo avrebbe detto mai. Nessuno credo, manco mia madre. Forse neanch’io. Eppure è accaduto. Una promozione per meriti speciali, come ha dichiarato il presidente della Repubblica. Perché che sono brava si sa, è l’amore a farmi difetto. Però magari sant’Antonio fa il miracolo e riesce laddove hanno fallito san Nicola e san Gennaro mess’insieme. Ecco perché la prima cosa che feci appena scesa dal treno fu di andare dal Santo, nella Basilica. No, non a pregare. A riposare. Perché a me le chiese antiche mi fanno quest’effetto. E se tengo mal di testa, là mi passa. Ad ogni modo, se avete pazienza, la storia della promozione andò così. Leggi le prime 27 pagine pdf del libro
ISBN 978-88-454-2617-9

Primi capitoli del libro di

Gabriella Genisi, Mare nero, Sonzogno, maggio 2016.

dal 04/06/2016