Matisse e le tele di Penelope

Matisse e le tele di Penelope
Matisse e le tele di Penelope
2010

Incipit

Si svegliò di soprassalto e si sedette sul letto.
Guardò l'orologio, un prezioso Longines con le lancette fluorescenti, mise a fuoco: segnavano le due.
La luce bianca di un lampo e il borbottio di tuono lontano riempirono la stanza, per poi farla ripiombare in un silenzioso nero inquietante.
Si convinse che era stato il temporale a rompergli il sonno e si coricò tirandosi la coperta sulla testa.
Un rumore nitido e distinto, di vetri in frantumi, ridestò i suoi sensi.
Si mise in ascolto: il rumore del silenzio era totale.
Gocce di sudore gli imperlarono la fronte e il cuore prese a martellargli il petto; forse si era sbagliato, aveva esagerato con la cena, troppo salmone e troppo vino, ed era quasi certo che fosse così, quando udì, leggero, ma
inconfondibile, lo scricchiolio del parquet.
In casa c'era qualcuno.
Si alzò, indossò la vestaglia e camminando cauto uscì dalla camera, percorse il corridoio, sentendo il suo battito cardiaco farsi sempre più accelerato, trattenne il respiro, quanti potevano essere? [...] primo capitolo del libro

ISBN 978-88-6204-087-7

Primi capitoli del libro di

Cuttini - De Rosa, Matisse e le tele di Penelope, Edizioni Angolo Manzoni, 10 novembre 2010

dal 06/11/2010