Passeggiate nei prati dell'eternità

Passeggiate nei prati dell'eternità
Passeggiate nei prati dell'eternità
2013

Incipit

È talmente bella Venezia, ma così bella, che molti vorrebbero venirci pure a morire. Il suo cimitero è un’isola in mezzo alla laguna. Una volta l’anno, fino a mezzo secolo fa, ci si poteva arrivare a piedi. C’è una foto dei primi del Novecento, di un 2 novembre imprecisato, in cui si nota che dalla terraferma avevano costruito un ponte di barche. E signore, en longuette con larghi o alti cappelli in testa, e signori, appoggiati al bastone, ci camminavano sopra. Dalla stazione di Venezia Santa Lucia, dove fermano per ultimo i treni, ci si arriva in mezz’ora col vaporetto. Dalle Fondamente Nuove, invece, è una sola fermata e bastano pochi minuti. Da qui, dall’imbarcadero, l’isola solitaria e cimiteriale, unica al mondo, è di fronte. E la laguna che la circonda è un tappeto mobile, color celeste. prime 43 pagine del libro

EAN 978-88-425-5226-0

Primi capitoli del libro di

Valeria Paniccia, Passeggiate nei prati dell'eternità, Editore Mursia, 29 giugno 2013.

dal 13/07/2013

Servizi editoriali

Per informazioni: info@10righedailibri.it