Pop Story 1900-1909. L’alba della musica pop

Pop Story 1900-1909. L’alba della musica pop
Pop Story 1900-1909. L’alba della musica pop
2012

Incipit

La Rivista, grande madre dell’intrattenimento
È la forma di spettacolo di intrattenimento più popolare in Italia a partire dall’inizio del Novecento. Antenati nobili. Idee “da Rivista” erano già presenti nei Fâcheux di Molière e nel Mercure Galant di Boursault. Un genere che, pur mutuato dal Varietà, nasce in quegli anni, riproducendosi gagliardamente, pur con tutte le variazioni temporali, con prodigiosa attenzione agli usi e ai costumi e addirittura ai suoi stessi modelli. A caratterizzare questo genere, fin dall’inizio, è il suo sapore ironico, parodistico, caricaturale e  non certo lo sfarzo dei costumi e delle trovate sceniche. Scopo principale del genere era divertire, possibilmente beffando qualcuno o qualcosa per suscitare riso e divertimento.
Esempio di Rivista era già La cortigiana dell’Aretino e in tempi successivi quelle che Teofilo Gautier ed Eugenio Scribe rappresentavano a Parigi. Gautier, autore di Capitan Fracassa, e Scribe, librettista per Verdi, Rossini e Donizetti, non disdegnavano affatto il genere disinvolto, scanzonato e leggero.[...[ primo capitolo del libro

ISBN 9788862312035

Copertina: Laura Oliva

Primi capitoli del libro di

Dario Salvatori, Pop Story 1900-1909. L’alba della musica pop, Arcana Edizioni, 27 gennaio 2012

dal 30/01/2012