Il primo passo nel bosco

Il primo passo nel bosco
Il primo passo nel bosco
2010

Incipit

La fuga
La statale 131 è un calvario. Le luci elettriche accendono i centri commerciali che nel crepuscolo affiorano tremolanti come carcasse d’auto incendiate ai bordi della strada. Questo colore di fine giornata, nella piana affranta, è una specie di rosso, una specie di viola.
Nessuno pagherà per aver distrutto la pianura.
Per Serafino il peso della sera era insopportabile anche prima, anche quando ancora giocava ad avere una vita normale, stanca, ordinaria.
Fuori dall’automobile è umido. È un’estate fredda. Il moderno abitacolo di pulsanti colorati è stato pensato da un ingegnere intelligente e astuto. È una tana, una confortevole bara.
Qualcuno alla Fiat sa che la gente, al calar della sera, ha bisogno di un focolare e di una compagnia, ha bisogno di colori caldi. Sa che Serafino ha le sue cose a cui pensare e sente alla sera tutto il peso del mondo: la giornata che, al suo finire, invece che sfumare in nuova luce, svanisce nel buio. Un difetto del creato, certamente, un vizio di forma. Forse niente più che un dispetto di Dio. [...] primi capitoli del libro 

ISBN: 8864290125

recensione (Michela Murgia)
 

Primi capitoli del libro di

Alessandro De RomaIl primo passo nel bosco, Il Maestrale, 23 giugno 2010

dal 23/06/2010