Pro s’indipendèntzia

Pro s’indipendèntzia
Pro s’indipendèntzia
2011

Incipit

Pro s’indipendèntzia indica l’itinerario in cui mettersi in cammino. Annuncia un tempo nuovo: dice che il popolo sardo assume su di sé la piena responsabilità di governarsi, afferma che ciascun sardo è chiamato all’impresa della politica.
Si interroga su qualcosa di straordinario e di decisivo: che cosa vogliamo fare di noi stessi? Bi semus o non bi semus? Noi sardi vogliamo esserci: desiderio e volontà di farci artefici del nostro destino politico. Dinanzi a noi si apre un nuovo orizzonte di partecipazione e di responsabilità: ci sono tante cose da fare e le vogliamo indirizzare secondo i nostri intendimenti, le vogliamo compiere secondo il nostro programma. [...] prime 20 pagine del libro (con testo in italiano e sardo) 

INCIPIT in SARDO
Pro s’indipendèntzia annùntziat unu tempus novu: narat chi su pòpulu sardu at su dirittu e si picat sa responsabilitate de si guvernare dae se, e affirmat chi dontzi sardu est cramatu a sa faina de sa polìtica.
Est a nos dimannare supra de carchi cosa de ispantosu e de detzisivu: itte cherimus facher de nois matessi? Bi semus o non bi semus? Sos Sardos an fattu su sèperu de esser soveranos e de fraicare su destinu polìticu issoro. Bi nn’at cosas de ’acher e las cherimus facher a idea nostra e sicunnu designos nostros. [...]

ISBN 978-88-64290-34-8

recensione (Michela Murgia)

Primi capitoli del libro di

Bachisio Bandinu, Pro s’indipendèntzia, Il maestrale, dicembre 2010

dal 06/01/2011