Quando cadono le stelle

Quando cadono le stelle
Quando cadono le stelle
2016

Incipit

Sono il più grande artista che sia mai esistito.
Tutto quello che tocco diventa immortale. Su questa spiaggia non c’è granello di sabbia che non possa trasformare in arte. Io faccio questo. Ho sempre fatto questo. Trasformo le cose, le faccio diventare meraviglia.
Il sole mi brucia la testa e le braccia. La cosa non mi dispiace. La mia sdraio è bianca come i miei capelli, rigidi per la salsedine.
Questo mare francese stamattina mi sembra infi nito. Immortale. Come me.
Se ci mettessi una fi rma sopra varrebbe milioni di franchi, e nelle aste la nobiltà europea e i galleristi newyorkesi si dissanguerebbero a forza di rilanci per comprarlo.
I bambini corrono per la spiaggia. Gridano come se scappassero dalla morte. Cadono, si ricoprono di sabbia.
Chiudo gli occhi e sento le loro voci sovrastare il suono del mare. Leggi le prime pagine pdf del libro

Primi capitoli del libro di

Serino Gian Paolo, Quando cadono le stelle, Baldini & Castoldi, maggio 2016
 

dal 25/06/2016