Roberto Vecchioni. Miti e parole di un lanciatore di coltelli

Roberto Vecchioni. Miti e parole di un lanciatore di coltelli
Roberto Vecchioni. Miti e parole di un lanciatore di coltelli
2011

Incipit

“Basta anche un niente per esser felici
basta vivere come le cose che dici”
Incontro con Roberto Vecchioni

Cammino per l’ampia strada che costeggia il lungomare di Napoli, la mia città, in un pomeriggio di primavera inoltrata. Guardando il panorama, riaffiora in me un verso di Dante: “La dolcezza ancor dentro mi suona”. Mi soffermo a guardare il castello che domina il paesaggio.
Castel dell’Ovo, chiamato così per una leggenda legata a un uovo magico appartenuto al poeta Virgilio, è il più antico della città. Sorgendo su un isolotto roccioso, “Megaris”, il palazzo è per una metà sulla terra e per l’altra totalmente immerso nel mare. Osservandolo, in attesa dell’incontro con Roberto, mi è sembrato una metafora appropriata del percorso musicale e letterario di Vecchioni. Le canzoni e i libri del professore abitano in una terra di mezzo sempre in bilico tra il sogno e la realtà, tra il desiderio e il rimpianto, fra la nostalgia del passato e la fede in un domani migliore. [...] prime 32 pagine del libro

ISBN: 978-88-6231-201-1

Primi capitoli del libro di

Ernesto Capasso, Roberto Vecchioni. Miti e parole di un lanciatore di coltelli, Arcana Edizioni, 12 novembre 2011

dal 11/11/2011