Rock Therapy. Rimedi in forma di canzone per ogni malanno o situazione

Rock Therapy. Rimedi in forma di canzone per ogni malanno o situazione
Rock Therapy. Rimedi in forma di canzone per ogni malanno o situazione
2017

Incipit

Mal d’amore
Siamo stati tutti innamorati. Di qualcuno o qualcosa, di un ideale, una donna, un uomo, un sogno impossibile. E spesso abbiamo usato la canzone come antidoto al mal d’amore. La musica senza l’amore sarebbe come la Siberia senza neve: poco credibile. Anche il rock, per quanto sia fondamentalmente rabbia e ribellione, furia e tempesta, non fa eccezione. Nelle canzoni l’amore è sempre perduto o immaginato, smarrito o sognato. Chi le scrive cerca di lenire il dolore dell’abbandono o di ridurre lo struggimento per chi non si è riusciti a conquistare.
Se agli albori del rock l’amore viene trattato come un sentimento ideale, di matrice quasi stilnovista, dove in leziose ballate contaminate da chitarre morbide e tappeti eterei (fatti di cori e batterie sfumate di impostazione jazz) vengono cantate donne angelicate, asessuate e viste come punto d’arrivo di un sentimento alto e rarefatto, qualcosa di salvifico e da proteggere ad ogni costo, nel tempo la canzone ha saputo far discendere l’amore da queste vette fino agli abissi del dolore e di storie maledette o difficili. Leggi le prime 40 pagine pdf del libro

Primi capitoli del libro di

Massimo Cotto, Rock Therapy. Rimedi in forma di canzone per ogni malanno o situazione, Marsilio Editori, luglio 2017

dal 03/08/2017