Rosso veneziano

Rosso veneziano
Rosso veneziano
2013

Incipit

Venezia, 1474
Gli occhi grandi e fissi al pavimento, il bambino accarezzava con movimenti lenti e ripetuti la pelliccia del gatto acciambellato sulle sue ginocchia. Soltanto una lieve contrazione delle labbra ne tradiva l’interiore tormento. Ugualmente, il gatto dava l’impressione d’essere assorto, le palpebre socchiuse, appisolato quasi, dal piacere delle gentili carezze alle quali era sottoposto. Nella stanza, riccamente arredata e immersa in una pastosa penombra, a parte il lieve respiro del bambino non si percepiva alcun suono. Vi regnava un silenzio sospeso, d’attesa. Passi pesanti e affrettati risuonarono all’improvviso nell’atrio. Dapprima decisi, una volta approssimatisi si fecero esitanti, come se colui il quale li aveva prodotti fosse vittima di un ripensamento o si predisponesse a un arduo compito. leggi le prime 32 pagine del libro

Primi capitoli del libro di

Guido Sgardoli, Rosso veneziano, timeCRIME, 31 ottobre 2013.

dal 27/10/2013