Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna

Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna
Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna
2011

Incipit

Prefazione (di Paolo Fresu)
Lo sa il vento come vanno le cose in Sardegna. Il maestrale che soffia per tre notti e tre giorni, lo scirocco che sa d’Africa e di
deserti. Il vento che unisce quest’isola, quando spazza le nubi da ponente a levante, dal Capo di sotto a quello di sopra, portando
bellezze e brutture che sono storie di mare e di terra. Perché il vento non conosce confini, secoli e millenni, ma solo cicli
scritti dal sole e dalla luna, che comandano stagioni e mareee dettano i tempi dell’uomo e della natura. No ti torrat su tempus
a nou, dicevano i nostri padri. Il tempo non torna dicevano sos mannos, per dirci che c’era un tempo per nascere e uno per
morire, che questo non solo è giusto ma che soprattutto non va modificato dagli uomini. [...] prime 21 pagine del libro

978-88-6627-013-3

Booktrailer (You Tube) - Blog del libro (Lo sa il Vento) 

Primi capitoli del libro di

Carlo Porcedda, Maddalena Brunetti, Lo sa il vento. Il male invisibile della Sardegna, Edizioni ambiente - Verde Nero, 29 novembre 2011
 

dal 04/12/2011