Lo Stato bisca

Lo Stato bisca
Lo Stato bisca
2010

Incipit

All’età di quarant’anni Antonio Tringale aveva trovato in lei lo scopo della vita: le dedicava ogni minuto libero e, quando le sue mani non la toccavano, la pensava. Per raggiungerla bastava salire cinquanta gradini, aprire una porta ed entrare nel monolocale che aveva preso in affitto. Da qualche settimana si incontravano lì quasi tutti i giorni. Prima di arrivare, Antonio fremeva al pensiero del contatto con lei; nel minuscolo appartamento nessuno li avrebbe sentiti e lui avrebbe potuto imprecare, e persino gridare se lei non avesse obbedito. In quella stanza era il padrone assoluto, il dominatore senza rivali. E lei sempre disponibile e vivace: le bastava essere toccata. Un’amante ideale.
L’uomo entrò nel monolocale, investito dalla puzza di chiuso. L’appartamento non conosceva pulizia né aria fresca da giorni; l’odore stantio delle sigarette spente accumulate a decine nei posacenere; bottiglie vuote, di birra e superalcolici, mozziconi slabbrati impregnati dell’acqua giallastra che riempivano i bicchieri. [...] prime 19 pagine del libro

ISBN 978-88-6220-117-9

Primi capitoli del libro di

Carlotta Zavattiero, Lo Stato bisca, Ponte alle Grazie, 17 novembre 2010

dal 22/11/2010