Turisticherie - 100 domande stravaganti fatte dai turisti in Sardegna

Turisticherie - 100 domande stravaganti fatte dai turisti in Sardegna
Turisticherie - 100 domande stravaganti fatte dai turisti in Sardegna
2012

Incipit

«Perché si chiamano Tombe di Giganti, se i sardi sono piccoli e pelosetti?». Maddalena, dell’ufficio turistico di Cannigione, ad Arzachena, ha dato ottima prova di self control ed educazione, nel trattenersi dal rispondere “di pancia” a questa domanda. Rispondiamo definitivamente che NON ESISTEVANO I GIGANTI, ma che la titanica dimensione delle tombe è data dal fatto che erano tumuli collettivi: contenevano diversi inumati all’interno. Per esempio, nella tomba di giganti del sito archeologico di Lu Brandali, a Santa Teresa Gallura, sono state ritrovate diverse decine di scheletri… non giganti, ma neanche tappi, bensì dotati di un’altezza del tutto rispettabile. E se avete qualcosa da ridire sull’altezza degli isolani, vi mandiamo a casa il nostro cugino G.M., altrimenti noto come “Babollu”: quasi due metri di altezza, riempiti da quasi cento chili di muscoli. Occhio. Leggi le prime 17 pagine del libro

Primi capitoli del libro di

Claudio e Alessia Chisu, Turisticherie - 100 domande stravaganti fatte dai turisti in Sardegna, Editrice Taphros, dicembre 2012.

dal 20/05/2013