Un’altra America. Viaggio nelle città “italiane”

Un’altra America. Viaggio nelle città “italiane”
Un’altra America. Viaggio nelle città “italiane”
2016

Incipit

Sette colli, tre fiumi, una statua (della vergogna)
I colli sono sette. I fiumi addirittura tre. Le chiese? Circa una ogni 300 abitanti: in proporzione quasi dieci volte in più che dalle parti del Cupolone. Il milite che di là è ignoto, qui è celebrato con tanto di nome e cognome. Ce ne sarebbe abbastanza per immaginare perché questo posto sia stato chiamato Rome. In realtà si è trattato di un caso: un nome estratto a sorte da dentro un cappello, nel 1834, che ha avuto la meglio su “Varsavia” e “Amburgo”1.
Siamo ai piedi dei monti Appalachi, nel Nord-Ovest della Georgia. Tutte le strade non portano affatto qui, dove per arrivare occorre un’ora e mezza circa di macchina da Atlanta. Leggi le prime 23 pagine pdf del libro

Primi capitoli del libro di

Alberto Giuffrè, Un’altra America. Viaggio nelle città “italiane”, Marsilio, maggio 2016

dal 30/05/2016