Ascolta, è il vento
 

Ascolta, è il vento

Autore: 

Anne Morrow Lindbergh

Editore: 

Mondadori

Anno: 

1956

Traduttore: 

M. L. Giartosio De Courten

Numero Pagina: 

55

Ora tutto il passato sembrava un sogno, qualcosa d’irreale, eppure quelle ore, quei minuti erano stati altrettanto reali quanto questi di ora: quella stanchezza della notte scorsa, sovraccarica di disegni e di mobili verniciati, era stata altrettanto reale quanto questa di ora. Mi ero seduta sul letto e mi ero chiesta che mai avrei potuto fare con le piume di struzzo. E ora sembrava che null’altro fosse reale, fuorché questo sedere sul letto, guardando la macchia bruna sul lenzuolo, guardando il cuscino, le pareti screpolate di là dal letto, il pavimento sporco.

Ritratto di Staff

Ciao Miriobondano, le tue 10 righe sono nella finale di marzo, 10 righe scelte dalla redazione. Smile