download (3).jpg
 

Bartali e Coppi

Autore: 

Gian Paolo Ormezzano

Editore: 

La Stampa

Anno: 

2022

Traduttore: 

Numero Pagina: 

96

Ma c'era un motivo più serio perchè la gente non si concedesse alle delizie sofistiche del duello, dei paragoni, dei pronostici. Il giorno dopo l' arrivo del Giro all' Arena di Milano, l' ambasciatore di Francia a Roma ricevette dal governo fascista di Benito Mussolini la comunicazione che dal giorno seguente l'Italia si sarebbe considerata in guerra contro la stessa Francia. Analoga comunicazione veniva fatta all'ambasciatore della Gran Bretagna. Era l' inizio di una tragedia. Si infiammava la nazione, come da copione dettato dal regime fascista, si spegneva il ciclismo, perlomeno quello della grande e complicata impegnativa corsa a tappe. C'erano comunque ancora le pedalate di Fausto Coppi sulla celebre pista in legno del velodromo Vigorelli di una Milano già straziata dalle bombe

Ritratto di Paolo Dompè

Gian Paolo Ormezzano è un giornalista nato a Torino il 17 settembre del 1935