Bouvard e Pécuchet
 

Bouvard e Pécuchet

Autore: 

Gustave Flaubert

Editore: 

Arnoldo Mondadori editore

Anno: 

1968

Numero Pagina: 

23

...Ognuno , ascoltando l'altro, riscopriva qualcosa di sé che aveva scordato.E per quanto l'età in cui si è facili a commuoversi fosse trascorsa per entrambi, provavano un piacere nuovo a stare insieme, una specie di appagamento : l'incanto dell'amicizia al suo sbocciare. Più volte s'erano alzati da sedere, avevano fatto insieme la strada della diga chiusa a monte a quella a valle, erano tornati a sedersi, col proposito ogni volta di separarsi, ma senza mai risolvervisi, come prigionieri d'un incantesimo.

Ritratto di Emma

Grazie Staff ! Sono contenta e mi sono riletta anche l'edizione nel testo originale francese. Questo è un libro che esalta il senso dell'amicizia di due persone che rimaste sole condividono la loro solitudine"inventandosi" una nuova vita scoprendo il piacere di trovare tanti interessi comuni. Anche se attraverso delusioni di vario genere si rendono conto che si deve comunque continuare a credere nella possibilità di restare "vivi" grazie alla loro amicizia e alla condivisione dei lorointeressi.

Ritratto di Staff

Ciao Emma, sei nella finale di marzo 10righe scelte dalla redazione.

Ritratto di Emma

ho segnalato questo libro perchè sabato prossimo alla trasmissione "Per un pugno di libri" si parlerà proprio di questo libro con il Prof. Piero Dorfles ! Il libro è molto simpatico e la trasmissione...da non perdere !

Ritratto di Emma

Gustave Flaubert nacque a Rouen ( Francia) il 12.12.1821