9791220115216_0_424_0_75.jpg
 

Di notte sulla mia scrivania

Autore: 

Paolo Dompè

Editore: 

Europa edizioni

Anno: 

2021

Traduttore: 

Numero Pagina: 

54

Genova ferita

Bagliori sfocati seguiti da rapidi scatti,
sotto un cielo plumbeo carico di pioggia;
ecco il boato, le urla strozzate della gente
e resta una voragine sopra il ponte,
asfalto sbriciolato, inghiottito nell'abisso.
Vento gelido di morte e sgomento,
tra lamiere contorte e mezzi accartocciati,
a formare ammassi confusi tra le case,
gomme, cavi ferrosi, sangue e polvere;
la città è squarciata, ferita a morte.
Il rumore dei fulmini, il suono delle auto,
incolonnate con mille voci e storie;
tutto è schiacciato dal silenzio di Genova,
dallo squarcio aperto nel suo ventre,
dove angeli custodi ricercano senza sosta.

Ritratto di Natalina

piu' che doveroso ..yes

Ritratto di Elena Antonini

yes

Ritratto di Paolo Dompè

Grazie di cuore cara Elena per averlo inserito e grazie anche a  Natalina per il commento! Grazie davvero! Paolo

Ritratto di Elena Antonini

Sono contenta che ti piaccia.

Hai mai visto il film Paterson? Mi ricorda quel tipo di poesia. 

Ritratto di Natalina

pare banale...ma brividi immediati,durante  ,la lettura di una poesia tanto..tanto drammatica,naty

Ritratto di Elena Antonini

Paolo Dompè, Savigliano (Cn) 7 aprile 1976