IMG_20220418_155228.jpg
 

Diversi

Autore: 

Gian Antonio Stella

Editore: 

Solferino

Anno: 

2019

Traduttore: 

Numero Pagina: 

0

...Mennecke vede decollare la sua carriera parallelamente all'ingresso nelle SS nel 1937. Quando Adolf Hitler elabora l'idea di "perfezionare" la razza ariana liberandosi delle scorie, cioè di chi è nato con handicap, lui è lì. A disposizione. Pronto a dare il suo apporto. Un burocrate assassino. Responsabile delle "diagnosi" e della selezione delle "vite non degne di essere vissute", si calcola che complessivamente si sia occupato di 7000 casi, mandando a morte circa 2500 persone tra minori portatori di handicap, malati e prigionieri del lager. Nelle schede usava tre segni "-" voleva dire morte, "+" voleva dire vita e "?" caso da rivedere. Attivo prima in diversi ospedali nel programma di eutanasia "Action t4", dal 1941 finì a selezionare prigionieri da sopprimere a Sachsenhausen, Dachau, Buchen wald, Auschwitz, Ravensbruck, Gross Rosen... Sei lager, stesso mestiere: assassino.