gnone.jpg
 

Fairy Oak. Lincanto del buio

Autore: 

Elisabetta Gnone

Editore: 

De Agostini

Anno: 

2006

Traduttore: 

Numero Pagina: 

10

La lampada sulla bella scrivania di noce era accesa e nel posacenere ardeva ancora il fiammifero con cui Cicero doveva essersi acceso la pipa. Forse era uscito a prendere un po’ d’aria. La trasmittente gracchiava, segno che aveva provato a mettersi in contatto con Duff o qualcun altro del villaggio e che fra poco sarebbe tornato per riprovare. Avrei dovuto andarmene e tornare di sopra, ma l’atmosfera di quella stanza mi conquistava ogni volta e così mi fermai per alcuni istanti. Tutto era così ordinato e pulito e amato: i libri e le foto delle bambine sui ripiani di legno, i minuscoli bicchieri e le belle bottiglie dai vetri scuri e le etichette eleganti, le mappe, arrotolate nella cesta, i ceppi accanto al camino e la poltroncina, sulla quale spesso si addormentava Pervinca.