Inadottabili.jpg
 

Gli inadottabili

Autore: 

Hannah Tooke

Editore: 

Rizzoli

Anno: 

2020

Traduttore: 

Giulia De Biase

Numero Pagina: 

10

Elinora Gassbeek aveva mandato uno degli orfani a controllare il tetto dopo aver sentito un rumore. Incastrata dietro il comignolo, dentro un cesto oblungo che somigliava a una bara, c’era una neonata che gorgogliava con soddisfazione sotto il cielo stellato. Aveva capelli scuri come la mezzanotte e occhi quasi neri.
Il ragazzino prese il cesto-bara con cautela e lo portò di sotto, dove la piccola cominciò subito a strillare. La direttrice si chinò su di lei, e, facendo attenzione a non sfiorarla nemmeno, tirò via il pupazzo che la piccina si teneva stretto: una soffice marionetta a forma di gatto, fatta con il più morbido cotone di Amsterdam e rivestito della migliore seta di Anversa. Il gatto emetteva un lieve ticchettio, ma la direttrice era troppo impegnata a disapprovare per sentirlo