Gli ultimi sette mesi di Anne Frank
 

Gli ultimi sette mesi di Anne Frank

Autore: 

Willy Lindwer

Editore: 

Newton Compton editori

Anno: 

2016

Traduttore: 

Franco Paris

Numero Pagina: 

7

Primo Levi ha descritto con molta efficacia questo stato d’animo diffuso tra i deportati nei campi. Egli, testimone oculare della vita che là si conduceva, si rese conto di come nei prigionieri si fosse radicata l’idea che se si fossero salvati e avessero raccontato la loro terrificante esperienza, nessuno li avrebbe creduti. “Curiosamente — egli ha scritto — questo pensiero (“se raccontassimo non saremmo creduti”) affiorava in forma di sogno dalla disperazione dei prigionieri. Quasi tutti i reduci, a voce o nelle loro memorie scritte, ricordano un sogno che ricorreva spesso nelle notti di prigionia, vario nei particolari, ma unico nella sostanza, di essere tornati miracolosamente a casa, di raccontare con passione e sollievo le loro sofferenze passate rivolgendosi ad una persona cara e di non essere creduti, anzi neppure ascoltati”.

Ritratto di Giovanni Pisciottano

Grazie Smile

Ritratto di Staff

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale di Gennaio.

Ritratto di Giovanni Pisciottano

Willy Lindwer (Amsterdam, 18 marzo 1946)