Gli ultimi sette mesi di Anne Frank
 

Gli ultimi sette mesi di Anne Frank

Autore: 

Willy Lindwer

Editore: 

Newton Compton editori

Anno: 

2016

Traduttore: 

Franco Paris

Numero Pagina: 

7

Primo Levi ha descritto con molta efficacia questo stato d’animo diffuso tra i deportati nei campi. Egli, testimone oculare della vita che là si conduceva, si rese conto di come nei prigionieri si fosse radicata l’idea che se si fossero salvati e avessero raccontato la loro terrificante esperienza, nessuno li avrebbe creduti. “Curiosamente — egli ha scritto — questo pensiero (“se raccontassimo non saremmo creduti”) affiorava in forma di sogno dalla disperazione dei prigionieri. Quasi tutti i reduci, a voce o nelle loro memorie scritte, ricordano un sogno che ricorreva spesso nelle notti di prigionia, vario nei particolari, ma unico nella sostanza, di essere tornati miracolosamente a casa, di raccontare con passione e sollievo le loro sofferenze passate rivolgendosi ad una persona cara e di non essere creduti, anzi neppure ascoltati”.

Ritratto di Giovanni Pisciottano
Grazie :)
Ritratto di Staff
Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale di Gennaio.
Ritratto di Giovanni Pisciottano
Willy Lindwer (Amsterdam, 18 marzo 1946)