I fantasmi di parigi 01.jpg
 

I fantasmi di Parigi

Autore: 

Sebastian Faulks

Editore: 

Neri Pozza

Anno: 

2019

Traduttore: 

Massimo Ortelio

Numero Pagina: 

75

Parigi, invece, quando il sole tramontava, impiegati e commesse, dottori e studenti, ricconi e poveri che faticano a pagare l’affitto tornavano tutti in palazzi identici, con ascensori identici, e scendevano in pianerottoli che avevano lo stesso odore, entrando in appartamenti dove c’era sempre il parquet. Quando dormi per terra a casa di una cinese al ventunesimo piano di un casermone, daresti qualunque cosa pur di essere accolto in uno di quegli immeubles col riscaldamento. Cavoli se mi sarebbe piaciuto avere una stanza anonima in un appartamento anonimo di un anonimo condominio del Nono arrondissement. Ma allo stesso tempo mi pareva assurda una città dove due terzi degli edifici sono uguali: possibile che gli abitanti non avessero voglia di cambiare, di cercare qualcosa di diverso da un’altra parte?