9788804719175_0_424_0_75.jpg
 

I fantasmi di pietra

Autore: 

Mauro Corona

Editore: 

Mondadori

Anno: 

2019

Numero Pagina: 

92

Mia nonna mi raccontava molte storie di letame mangiapersone. Una notte di maggio, una donna seppellì nel concime il figlio appena nato, frutto di un amore clandestino. Come per i vitelli e i morti ammazzati, del corpicino non rimase traccia. L'infanticida credeva di essere a posto, invece il piccolo si rifece vivo. Ogni primavera, nel mese di maggio, sul culmine della letamaia spuntava un fiore azzurro, alto più di un metro. Era quello che noi chiamiamo l'anzicioco o fiore del perdono. Lei lo strappava con rabbia, lo metteva nel fuoco, ma il giorno dopo un nuovo anzicioco stava ritto sulla letamaia. Così per tutta la primavera. Il fiore cresceva di notte, più veloce dei funghi.

Ritratto di Elena Antonini

Grazie 

Ritratto di Staff

Ciao Elena, sei nella classifica settimanale di Febbraio.

Ritratto di Elena Antonini

Mauro Corona (Baselga di Piné, 9 agosto 1950)