I miei stupidi intenti.jpg
 

I miei stupidi intenti

Autore: 

Bernardo Zannoni

Editore: 

Sellerio editore

Anno: 

2021

Traduttore: 

Numero Pagina: 

133

Di certo la mia Ombra funzionava, ed ero sicuro non avrebbero corso il rischio di tendermi un agguato. Però sapevo sarebbero rimasti in circolazione, e questo mi preoccupava. Per il resto della giornata non lavorai, impegnato a riprendermi da quell’incontro incredibile, senza tempo. Per assurdo, durante il nostro dialogo, Gilles aveva avuto tutto quello che cercava proprio sotto le sue zampe. Mi sembrò divertente, a Solomon avrebbe fatto ridere: una vita passata a cercarlo per poi non accorgersi che era sotto il suo naso. Mi chiesi quanto forte bisogna desiderare, per muoversi attraverso un sogno o un ricordo, come ancora faceva la lince. Scoprii che era molto facile; pensai a Gioele, e ad Anja, e a me.