s-l500 (1).jpg
 

I sogni non bastano

Autore: 

Jacqueline Briskin

Editore: 

Sperling & Kupfer

Anno: 

1988

Traduttore: 

Roberta Rambelli

Numero Pagina: 

145

Non riusciva a muoversi. Il sole era un disco fiammeggiante che scendeva all’orizzonte, e in quell’ultima luce rossa le onde andavano e venivano, rivelando il corpo di Diller prigioniero nella bara di acciaio e vetro.
“È meglio che andiamo a cercare aiuto, Miss del Mar”, mormorò l'autista.
Alyssia continuò a fissare il baratro. “Vada pure”.
Il giovane tornò alla macchina e ripartì come una freccia.
Lei aveva gli occhi fissi sul rottame, e il rombo delle onde del Pacifico l’assordava. Non si accorse che Maxim le stava a fianco.
“Il tuo autista mi ha incrociato urlando qualcosa”. Maxim guardò giù. Il viso era contratto in un rictus cadaverico. “E così il buon vecchio Diller l’ha fatto davvero”.
“Dio...”.
“Per me non è una sorpresa, Alyssia. Ripeteva sempre che ne aveva abbastanza della vita”.