Il Gattopardo
 

Il Gattopardo

Autore: 

Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Editore: 

Feltrinelli Editore

Anno: 

1959

Numero Pagina: 

265

Essi offrivano lo spettacolo patetico più di ogni altro, quello di due giovanissimi innamorati che ballano insieme, ciechi ai difetti reciproci, sordi agli ammonimenti del destino, illusi che tutto il cammino della vita sarà liscio come il pavimento del salone, attori ignari in cui un regista fa recitare la parte di Giulietta e quella di Romeo nascondendo la cripta e il veleno, di già previsti nel copione. Né l'uno né l'altro erano buoni, ciascuno pieno di calcoli, gonfio di mire segrete; ma entrambi erano cari e commoventi, mentre le loro limpide ma ingenue ambizioni erano obliterate dalle parole di giocosa tenerezza che lui mormorava all'orecchio, dal profumo dei capelli di lei, dalla reciproca stretta di quei loro corpi destinati a morire.

Ritratto di Wolfra Livi

"...due giovanissimi innamorati... ciechi ai difetti reciproci, sordi agli ammonimenti del destino, illusi che tutto il cammino della vita sarà liscio come il pavimento del salone"
CAPOLAVORO!

Ritratto di Staff

Grazie.

Ritratto di Barbara Antonacci
Ritratto di Barbara Antonacci

ciao

Ritratto di Staff

Ciao Barbara, sei nella finale settimanale i maggio. Scegli da oggi 21 maggio a domenica 27 maggio, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Ritratto di Barbara Antonacci

Giuseppe Tomasi di Lampedusa, nacque a Palermo il 23 dicembre 1896.