Il pozzo della solitudine
 

Il pozzo della solitudine

Autore: 

Marguerite Radclyffe Hall

Editore: 

Corbaccio

Anno: 

2008

Traduttore: 

Annie Lamie

Numero Pagina: 

181

Per tutti i lunghi anni di vita che seguirono, portando con sé sogni e delusioni, gioie e tristezze, mai Stephen dimenticò quell'estate in cui s'innamorò secondo la legge della sua natura, ingenuamente. Per lei, infatti, non vi era nulla di strano, nessuna profanazione nell'amore che provava per Angela Crossby. Le pareva una cosa inevitabile, così inscindibile da lei, come il suo respiro; eppure questo sentimento trascendeva il suo io ed ella vedeva molto in alto il suo amore, perché gli occhi della gioventù cercano le stelle e l'anima della gioventù non è inchiodata alla terra.
Amava profondamente, molto più profondamente di tanti che pur possono senza timore proclamarsi amanti. E' una triste e dura verità, ma quelli che la natura ha sacrificato ai suoi fini (fini misteriosi e spesso occulti) sono a volte dotati di un immenso desiderio

Ritratto di arispacifico
Marguerite Radclyffe Hall - Bournemouth, Dorset 1880
Ritratto di arispacifico
di amore e di una infinita capacità di soffrire, che va all'unisono con il loro amore stesso.