la-forma-del-silenzio.jpg
 

La forma del silenzio

Autore: 

Stefano Corbetta

Editore: 

Ponte alle Grazie

Anno: 

2020

Numero Pagina: 

48

Poche settimane prima di scomparire, Leo disegnava fiori su fogli che poi appendeva ai muri di casa e sui mobili. Potevano spuntare ovunque, abbandonati sul divano, dentro la dispensa della cucina, sotto le lenzuola o in un cassetto della biancheria. Camminava per casa con i disegni stretti al petto e sceglieva con cura lo spazio che i fogli avrebbero dovuto occupare. Aveva negli occhi una determinazione ruvida, ma si muoveva con grazia come se stesse danzando. Si spostava da una stanza all' altra seguendo la mappa immaginaria che si era costruito e in pochi passi raggiungeva le coordinate dove seminare la sua presenza. Non era un gioco. Anna lo sapeva bene, a differenza di suo madre che si limitava a prendere i disegni in mano e osservarli, segnandone i contorni con un dito

Ritratto di Paolo Dompè

Stefano Corbetta è nato a Milano nel 1970